Di Piccionetti Stefano

Far vedere una ROMA invisibile, quella ROMA che ci scorre davanti agli occhi tutti i giorni ma non notiamo mai.


Le mie Foto


http://picasaweb.google.com/PiccionettiStefano/RomaInTaxi?feat=directlink


I miei video


http://it.youtube.com/dillatutta



Informazioni personali

Campo de Fiori, Roma, Italy
Romano de Roma 52 anni due infarti nove Stent. Rugantino dalla nascita ..Mai dòmo

30 dicembre 2007

''La Bianchina de nonno''


Mitica! con i codini, fine anni 60: in camera oscura me la sono ricordata così .
l'ho stampata 60x80 prezzo?Beneficenza ,fare offerte,pezzo unico garantito.
Anche B&W

Ciao auguri di buon anno
l'Ombra.

25 dicembre 2007

Natale a San Pietro:Ve pare poco? c'è chi ci viene dall'altra parte del mondo ,ma noi?



Quanto tempo è che non andate a S.Pietro la notte di natale ? bene io ci sono andato per voi erano le quattro di notte poca gente ma tanta ..........tanta..... non so che ma qualche cosa di speciale in questa piazza c'è. Io Stanotte lavorando son passato lì e l'ho vista così ,Ciao

Auguri.


L'Ombra

22 dicembre 2007

Sergio Lombardino ''Pittore sopraffino'' *La 500*-Divagazioni tra amici-



Caro Lombardino,pittore sopraffino ti ringrazio per la tua risposta e scusa se mi sono permesso a vederla in maniera differente dalla tua .
Il cinquino io lo vedo cosi e perdonami se mi sono permesso di Pinturicchiare elettronicamente ma sai: l’occhio di chi fotografa è diverso da chi, come te porta l’arte a livelli sublimali e visivamente realmetafisici .
Conservo ancora con piacere due tuoi dipinti di Campo de fiori e di Civita ,Paese che muore,sicuro di aver fatto un’ottimo investimento .
Mi sono permesso di mettere sul mio Blog alcune tue spero non ti dispiaccia .
Consiglio a tutti di investire su di te .

Ciao e Auguri

L’Ombra

15 dicembre 2007

La Cannaiola e ...''Vino Veritas''.











Er vino, la botte… e il bello di fare il tassista >malgrado tutto< . Forse c’è qualcuno che non lo sa che aprire una botte di vino , infilare la cannèlla è un rito, specialmente se il vino è :’’la Cannaiola di Marta ‘’ vino raro e di una bontà storicamente indiscussa dolce e leggermente frizzantino che … mandarlo giù è un piacere’’ e ve lo dice uno come me che al massimo beve cinque litri di vino l’anno ma che ne compra trenta per offrirlo agli amici . Marta per chi non lo sa è un paese del Viterbese bagnato dalle acque del lago di Bolsena e questo vino è la sua particolarità oltre ai piatti tipici come il persico e il coricone due pesci di lago per eccellenza, pescati ancora nel rispetto della natura da vecchi pescatori. Fatto stà che…. :ieri mattina ne avevo una bottiglia nel mio Taxi , che avrei dovuto portare a un’amico , camminando si è leggermente aperta al punto che il cliente che stavo portando all’aeroporto incuriosito mi ha chiesto che vino fosse? dato il profumo particolare, al che scusandomi del fatto gli ho spiegato il tutto e…..volete sapere come è finita? Che il cliente si è fregato la bottiglia!! lasciandoci poi con la promessa che al suo ritorno a Roma lo dovrò portare a Marta a comprare questa famosa ‘’Cannaiola’’. A proposito,poi mi a richiamato il giorno dopo dicendomi ,chi ERA!! e di essersi pentito di aver scrit… ops.(volevo dire) pensato male dei tassisti romani e che un bottiglia di ‘’Cannaiola’’ dovremmo mandarla a tutti quelli che si sono pronunciati contro questa categoria senza sapere nulla di Taxi e tassisti per addolcirli un po’e per far si che dicano di più la verità come dicevano gli antichi:” vino veritas “. Ciao Vs. Ombra. p.s. non credo che Angelino si offenda se mando in giro le foto della botte in fin dei conti è propaganda. Se volete comprare delle bottiglie mandatemi una E-Mail.

10 dicembre 2007

IL ''Vecchio contatore della luce'' e la scoperta der cinema da parte der Sor Tòto.


Correva l’anno……?

Ve lo ricordate ? il caro vecchio contatore della luce ,quello con la rotella ! che girava e a vederla come correva ti si fermava il cuore, si ormai è roba d’ antiquariato(ma almeno si capiva qualche cosa ,con quelli di adesso non capisci nulla paghi e basta.)
Ricordo che mio nonno mi raccontava che girava intorno a quel contatore come un cane arrabbiato per cercare di fermare quella maledetta rotella , provava con la calamita, con l’ago e i fili di rame ,ma và non c’era nulla da fare, fino a che un giorno er sor Natale, vecchio garibaldino romano progressista forse l’unico per quel tempo, (tra l’altro mo ve lo dico senza paura di smentita che Roma l’hanno presa i Romani ,per via der sor natale che quando ci fu la breccia a porta pia lui stava a casa sua dalla madre perchè era entrato il giorno prima da via dell’orti del pincio ( via pinciana di adesso,) quindi se tanto me da tanto ditelo ai Savoia ‘’nun c’è trippa per gatti’’.
Comunque tornando al contatore:
disse er sor natale a nonno a Tòto, intento a trovare il modo de fermà sta maledetta rotella,
-la devi ferma con la Ferrania, la pellicola!
-co che rispose Tòto?
-con la pellicola ribadì er sor Natale
-e che è disse Tòto
-è quella per fare le fotografie, sei proprio antico a Tòtarello ,ma non la conosci?-mo te spiego: la fai entrà ner contatore da dietro fino a che la rotella se ferma, senza paura de prende la scossa perchè è de plastica.

E vai il gioco era fatto giorno fausto memorabile e fu così che nonno Tòto scopri il cinema.
Fu una grande conquista perché da allora risparmiò sulla corrente ,ma spese un botto per comprare una macchina fotografica di quelle a soffietto che al prezzo di allora avrebbe pagato la corrente per trenta anni.
Quella macchina fotografica ancora la conservo e un giorno ve la farò vedere.

Ciao la Vs.
Ombra

4 dicembre 2007

Campo dè Fiori e... 'C'era na vorta Orazio Pennachioni'

Come è
Come èra

Negli anni sessanta andava in onda su rai 1 una celebre trasmissione chiamata Campo de Fiori dove un ragazzino impunito recitava una canzoncina che faceva approssimativamente così: Io sò Orazio Pennacchioni e sò contento so tifoso della Roma e mene vanto…..etc. etc.
Andava in onda verso le due del pomeriggio prima del calcio minuto per minuto e parlava di tutto. Era ambientata a Campo de Fiori quello de na vorta quello dei banchi dei pescivendoli ‘’der baretto der sor toto’’ vicino al cinema Farnese detto allora er pidocchietto alternativa ai cinema parrocchiali per noi adolescenti all’epoca .
Poi vennero gli Yppi ,i figli dei fiori , per l’appunto a Campo de Fiori con contorno di chitarre e di spinelli …scandalo dell’epoca per quelli che come mia madre e mio nonno avevano conosciuto un’altra Roma ,ma a pensarci bene in confronto ai tipi che frequentano adesso Campo de Fiori la notte e alle bande notturne di vandali che si ubriacano litigano sfasciano bottiglie fanno a botte e pipì agli angoli intorno alla piazza, quell’Yppi dell’epoca erano ‘’angioletti co l’aureola’’ rispetto a questi’. Si! tutto sommato non rompevano l’anima a nessuno, due spinelli na schitarrata e s’appennicavano e poi pe ‘’dillatutta’’ se ne andavano a morì da soli senza fa male a nessuno con una leccata di LSD (il crac dell’epoca ).
Adesso sta piazza detto tra de noi la sera è uno schifo e se tornasse Giordano Bruno morirebbe da solo senza bisogno der ‘’foco purificatore’’ se vedesse il suo monumento circondato da sti loschi figuri e quer papa de allora Clemente VIII (Aldobrandini quello che fece amazza pure Beatrice Cenci) che lo condanno, sicuramente ‘’darebbe foco a tutta la piazza’’, tra un caffè e l’altro.
In queste due foto una anni 70 e una adesso potete vedere la metamorfosi della piazza
Non più luogo di aggregamento del popolo come na vorta ma di un’orda di moderni LANZICHENECCHI a cavallo di motorini rumorosi fino alle cinque di mattina

Ciao
La Vs.
Ombra che cammina,

Fatalità


Un attimo dopo e l'Ombra non camminava più.

Ieri ore 11 c.a. Porta Pinciana ''Caduta di un albero'' nessun ferito ,un caso.
Ma quanti giardinieri ci sono a ROMA? Chi controlla la salute degli alberi?
un consiglio......STATE ATTENTI.
A presto
La VS
OMBRA

3 dicembre 2007