Di Piccionetti Stefano

Far vedere una ROMA invisibile, quella ROMA che ci scorre davanti agli occhi tutti i giorni ma non notiamo mai.


Le mie Foto


http://picasaweb.google.com/PiccionettiStefano/RomaInTaxi?feat=directlink


I miei video


http://it.youtube.com/dillatutta



Informazioni personali

Campo de Fiori, Roma, Italy
Romano de Roma 52 anni due infarti nove Stent. Rugantino dalla nascita ..Mai dòmo

12 aprile 2012

Morte di una vecchia sveglia.

MORTE DI UNA VECCHIA SVEGLIA
Ieri per caso, da una vecchia scatola, ho tirato fuori una vecchia sveglia; di quelle di una volta con la farfallina per ricaricarla, era ferma da 36 anni circa, l’avevo comprata prima di partire per il sevizio militare, e insieme a me si è fatta tutta la leva e non solo! Era carica! lo sbloccata e!…… per incanto è ripartita così come se il tempo non si fosse mai fermato, ho provato un’emozione indescrivibile, mi ha riportato indietro nel tempo: quante storie, quanti amici e quanti ricordi in quei : TIC…TAC…TIC….TAC , li risento ancora se chiudo gli occhi, così forti che accompagnavano sempre una vecchia canzone, che veniva suonata centinaia di volte al giorno dal jukebox bel bar della caserma ’’tornerò non e possibile tornerò’’, TIC….TAC…. nei pomeriggi noiosi in caserma a scrivere lettere interminabili alla fidanzata , la canzone finiva con una strofa ‘’ amore mio aspettami tornerò etc. etc.’’ credo che quelle che hanno aspettato sono state veramente poche , anche perché quando tornavamo eravamo tutti rincoglioniti. Non ricordo, ne il giorno ne il perché riposi quella sveglia, invece di buttarla, come tante altre cose, ma sono stato contento nel ritrovarla e l’ho appoggiata sul comodino, addormentandomi . Durante la notte mi sono risvegliato indispettito, da un rumore odioso TIC….TAC….TIC…TAC…. e d’un tratto, mi sono ricordato il perché avevo soppresso quella odiosa sveglia, ecco il perché ? nelle sue note, c’era sempre un: TIC… e poi un TAC…un TIC…e un altro TAC….ossessivo, dove il TIC..: era, e il TAC…: è, il TIC è il passato e il TAC è adesso …!!! E cosi via ,ripetutamente, mancava qualcosa a quella dannata, sveglia ….mancava un TOC!! siii mancava un TOC!! a quella maledetta sveglia, quel maledetto TOC.. in qui sono rinchiusi questi 36 anni , il TOC … del dopo, del poi , di quello che verrà!! Mentre, stavo per prenderla e metterla sotto un cuscino, quella maledetta sveglia, insolente come sempre, si è messa a suonare, come se per lei nulla fosse accaduto in questi 36 anni… e non c’e stato modo di fermarla, tutto d’un tratto un rumore…FORTE, VIOLENTO, IMPROVVISO :…TOC no! TOOC!!! o era uno stoc?….o era uno stac! o uno sbot ? che rumore hai fatto maledetta ? ma si era un TOC !! si si era un TOC…. ne sono certo, l’ho ricaricata, nulla, l’ho sbattuta ,niente non è più ripartita, non c’é stato verso di farla ripartire era MORTA, maledetta di una sveglia, hai aspettato 36 anni per morirmi tra le mani , senza dirmi se quel tuo ultimo TOC ….era l’ultimo di 36 anni fà o il primo di 36 anni dopo!!! Ti farò riparare, ma non ti ricaricherò più ti riporrò in quella scatola e forse tra 100 anni qualcuno ritroverà il suo TOC
Ecco perché comprai una delle prime sveglie digitali ma non mi a mai detto nulla, non ricordo più la marca era troppo anonima. L’OMBRA

9 aprile 2012

Via dei Leutari

Via dei Leutari