Di Piccionetti Stefano

Far vedere una ROMA invisibile, quella ROMA che ci scorre davanti agli occhi tutti i giorni ma non notiamo mai.


Le mie Foto


http://picasaweb.google.com/PiccionettiStefano/RomaInTaxi?feat=directlink


I miei video


http://it.youtube.com/dillatutta



Informazioni personali

Campo de Fiori, Roma, Italy
Romano de Roma 52 anni due infarti nove Stent. Rugantino dalla nascita ..Mai dòmo

29 febbraio 2008

Dalla ''Prinz al Viagra'' passando per Praga la Luna Valle Giulia il concerto del 1Maggio Denunce dei redditi on-line. dal 68 a oggi tutto uguale.



A Praga era Primavera, sul verde delle foreste del Vietnam volavano i B52 e Linda Ballava con Batisti e Mogol.
Quelli di sinistra senza una lira si facevano due palle con gli Intillimani ,i rossi e i neri con i soldi si corcavano di botte a Valle Giulia , e io mi accorgevo che la mia adolescenza sfumava e più passava il tempo e più erano cazzi amari.
Nel 69 Jmmi Endrix a Wodstok suonava l’inno americano con la sua mitica chitarra bianca .
In italia spopolavano gli Equipe 84, e si mettevano i fiori nei cannoni ma poi si sparava sui dimostranti.
La festa dei lavoratori non si festeggiava perchè non c'era tempo,(bisognava lavorare)il concerto del primo Maggio a San Giovanni ancora non c'era (e non c'erano ancora tante Tv nelle case).
Il primo maggio si andava fuori porta, sul prato ,a mangiare la fava cor pecorino!!
(oggi lo fanno solo gli extra comunitari ai giardinetti pubblici)
Nel frattempo era già morto Ernesto ….
I Nomadi cantavano Dio è morto…. Poi… Risorto, Litle Toni? cuore matto! (ma batteva !) l’unico non risorto era il primo trapiantato da Barnard .
Se poi ci vogliamo rompere i co…siddetti con la cronaca di quegli anni c’è da dire che non fregava nulla a nessuno della famosa rivolta degli anni 68-69-70 dei lacrimogeni etc. etc. perchè dopo le manifestazioni i giovani di allora quelli del 6 politico se ne andavano al Circeo,occhiali RaiBan sul naso con il duetto Alfa Romeo o la Mercedes di papà .
I politici INVECE sfruttavano la situazione per loro scopi e basta (e alcuni sono ancora lì) .
Tutto ciò accadeva nella città eterna,lungo le sponde del Tevere
Gli americani andavano sulla luna e issavano la loro bandiera ( tra l’altro nel primo equipaggio che andò sulla luna c’era guarda caso uno nato a Roma a Via TEVERE (Michael Collins (Roma, 31 ottobre 1930 che prese parte ai programmi Gemini e Apollo.)



La borghesia media andava in Prinz utilitaria di LUSSO per imbranati, classica nel suo verde bottiglia, per chi la possedeva essere imbranati era obbligatorio, famosa la scenetta di… mi pare Montesano in qui il proprietario della Prinz fa marcia indietro girando solo il collo con tutte e due le mani sul volante .



Cera anche la Simca altra utilitaria dell’epoca sempre x imbranati. Comunque andiamo sul frivolo…Caterina Caselli cantava una delle più belle canzoni di Paolo Conte :insieme a te non ci sto più.bellissima.
La corte costituzionale decideva che le donne che tradivano gli uomini non commettevano più un reato …a buon’ora fatto era che la mia prima fiamma mi mollava per uno biondo alto e nerboruto erano di moda le palestre e le prime pozioni magiche per i muscoli.
Nel frattempo Tina Turner spopolava nelle discoteche.
E….. Je T’aime …dove la mettiamo prima in classifica mondiale ma alla radio non la passavano mai era censurata!!!!la ricordate faceva tra sospiri e voci ansimanti su per giù cosi:
GIA FATTOOOOO?.......(il viagra ancora non c’era),ma c’era la CIRIOLA ( il pane a prezzo imposto ) che andava bene a tutti.

Internet non c'era non si sapeva una benemerita cippa....gli Italiani guadagnavano il giusto e se c'era chi guadagnava molto non andava in rete con i''Redditi Online'' ma in TV e la gente la sera la vedeva e non era invidioso.
Sono passati più di quaranta anni,in questa cazzo di Italia si stava meglio quando era peggio .

Ciao la Vs.
OMBRA

19 febbraio 2008

Fischia che ti passa



Dopo le notizie sui personaggi che si vogliono candidare a sindaco di Roma .........,
non ci resta che farci una bella fischiata: come questo individuo,ieri appena resi noti i nomi dei pretendenti alla poltrona sul Campidoglio.
In fondo che che c'è da dire o fischietti o te spari!
ciao
L'Ombra

17 febbraio 2008

Il faro al Gianicolo.Omaggio degli Italiani d'Argentina



Oggi tutti i politici fanno a gara a chi la spara più grossa....:faccio quì faccio là etc.etc. sarà! ma a me me sembra che...? si vogliono mette in mostra come er Faro der Gianicolo.
MA FORSE...?
Non tutti sanno che?
Questo faro, conosciuto come “il Faro del Gianicolo”; venne donato a Roma nel 1911 dagli Italiani di Argentina ed è opera di Manfredo Manfredi. Tra le sue opere principali c'è anche: la Tomba di Vittorio Emanuele II nel Pantheon; e all'estero,il monumento all'Indipendenza a San Paolo del Brasile.
Da questo punto del Gianicolo si ammira uno dei più bei panorami di Roma.
La notte si possono ammirare le sue tre luci colorate(il tricolore)che provengono dal faro.
Quando funziona perchè spesso e rotto.
Caratteristico nel colore e nell'architettura avveniristica per l'epoca a Roma si usava dire, quando uno si vestiva con un abito un pò eccentrico:
''AO ME SEMBRI ER FARO DER GIANICOLO''

Ciao
L'Ombra

14 febbraio 2008

I Nummeri: Trilussa......lui si che diceva er vero.

Giorni fà,mentre stavo davanti alla TV sentivo i politici che ora vogliono correre da soli perchè poi una volta arrivati =vonno fà come je pare=.
Mi è venuto in mente che una volta cinquanta e passa anni fà già ci fù uno che disse: ''Italiani seguitemi'' o sbaglio?
Comunque mi è rivenuta in mente una poesia del gran Trilussa che andrebbe letto dai citadini e dai politici anche perchè in Italia ci sono sessantamilioni circa di persone siano essi numeri ZERO che numeri UNO.
Tutti devono essere rappresentati anche quel tre per cento che nessuno vuole.
Meditate gente meditate,una volta è già successo.
Pensando di farvi cosa grata, la poesia de Trilusa ve la ho qui riportata.

ciao
L'Ombra



Li Nummeri.

Conterò poco, è vero:
- diceva l'Uno ar Zero -
ma tu che vali? Gnente: propio gnente.
sia ne l'azzione come ner pensiero
rimani un coso vôto e inconcrudente.
Io, invece, se me metto a capofila
de cinque zeri tale e quale a te,
lo sai quanto divento? Centomila.
È questione de nummeri. A un dipresso
è quello che succede ar dittatore
che cresce de potenza e de valore
più so' li zeri che je vanno appresso.

Trilussa

13 febbraio 2008

C'è qualche cosa di nuovo nell'aria



C'è qualche cosa di nuovo nell'aria stamattina a Roma.
Il nostro caro sindaco,se ne è andato peccato,ma forse era ora dopo tanti anni speriamo di vedere al campidoglio qualche viso nuovo.(sogno di primavera)
Ma a volte tornano i vecchi incubi.
Aglio e sale (un rimedio antico) ferro di cavallo e corno rosso.
Ciao
L'Ombra

9 febbraio 2008

Scendi Garibaldi che c'è bisogno di rifare l'Italia



AL GIANNICOLO, ottavo colle annesso oltre a un bel panorama di Roma *Città ETERNA*,c'è una statua (proprio di fronte al teatrino di purcinella-a buon intenditor poche parole-) quella di Garibaldi EROE dei due mondi.(o forse un mercenario dell'epoca !!)
A Roma riguardo a questo monumento c'èra un modo di dire tra le persone anziane ,ed era questo'':SCENDI A GARIBA' CHE CE RISEMO''si usava dire quando le cose non andavano bene, quando c'erano divisioni politiche che inevitabilmente sfociavano nel far governare male il paese.
Secondo me! ci vorebbe anche adesso un Garibaldi per mettere daccordo tutti visto che gli Italiani non sanno proprio a che santo votarsi!! o votare.
Santo Berlusconi: con la sua santa alleanza confederata o a San Veltroni giovane (per modo di dire)Don Chisciotte del 2000 che da solo si prepara ad attaccare i suoi ''TASSISTI A VENTO'' ...OPS!! scusate: i suoi MULINI A VENTO.
Si penso sia proprio il caso di dire come una volta:-SCENDI DAL PIEDISTALLO E TORNA CARO GARIBALDI CHE CE'DI NUOVO BISOGNO DI TE PER FARE UNA ITALI NUOVA-ma purtroppo come GARIBALDI e i garibaldini non ci sono più in ITALIA.
E che il PADRETERNO ,qulunque esso sia ce la mandi buona.

Ciao
la Vs
OMBRA

7 febbraio 2008

Roma Sparita ''I Sampietrini ''



Cera una volta...

SANPIETRINI O SAMPIETRINO? è il nome dell'operaio che si occupa della manutenzione della basilica di San Pietro e anche per i custodi della basilica medesima, mentre con il nome di selciarolo o come dicono a Roma SERCIAROLO!! si indica colui che lavora sulla messa in posa dei sampietrini La denominazione dell'attuale sanpietrino nasce c.a. nel 1725, dopo che valutate pessime le condizione in cui versava Piazza San Pietro e dopo che il papa si era quasi:….. arivortato come si dice a Roma, con la sua carrozza ,si decise (VISTO CHE AR PAPA ALLORA CE TENEVANO, NO COME ADESSO, E ANNAVA DAPPERTUTTO,NO COME ADESSO PERCHÉ ROMA ERA SUA, NO COME ADESSO,CHE NUN È PIÙ DEI ROMANI ..MA DE UNO SOLO E CHE FA COME IE PARE ,ANCORA PE POCO. SPERIAMO) di lastricarla con i caratteristici blocchetti di basalto.Il termine di sanpietrino corrisponde quindi a un preciso taglio a quadruccio.Tutte le pavimentazioni di Roma antica sono fatte a quadruccio ,ma la gente preferisce utilizzare il termine più popolare sanpietrini. Fu durante il Papato di Sisto V credo! qualcuno mi corregga se sbaglio, che fù utilizzato maggiormente per come dire: ASFALTARE!! Roma perché si comportava meglio dei lastricati esistenti per quanto riguardava il passaggio dei carri. Questa pavimentazione ha il pregio di "lasciar respirare il terreno" grazie agli spazi tra un quadruccio e l'altro; inoltre si adatta molto facilmente all'irregolarità del terreno è molto resistente ed è permeabile all’acqua. I suoi lati negativi sono che non è uniforme e, se bagnato è scivoloso, rumoroso e inadatto a velocità sostenute ( MA QUESTI SÒ PROBLEMI CHE ALL’EPOCA NUN C’ERANO). Oggi si usa ancora per luoghi caratteristici del centro storico di Roma nei vecchi rioni: Borgo Pio Ponte, Regola, Campitelli Campo Marzio.Trevi Monti,nei vicoli del Ghetto in Trastevere e anche in vie importanti :esempio Via Nazionale ,Piazza Venezia .(SI DICE PURE CHE…MA NUN SO SE È VERITA!! CHE ALL’EPOCA LE’’’’ COME LE CHIAMANO OGGI … LUCCIOLE? VERSAVANO UNA MARCHETTA ALLA FABBRICA DI S.PIETRO OGNI CLIENTE ACCONTENTATO, PROPRIO PER LA PAVIMENTAZIONE DI ROMA) .OGGI NON PAGANO NIENTE .
Ciao
L’Ombra

3 febbraio 2008

Carnevale a Piazza Navona



Carnevale a piazza Navona è sempre pieno di fascino.
Passano gli anni cambiano le maschere, da quelle Romane di una volta :Gaetanaccio, Meo Patacca,Rugantino alle classiche fate fino a Zorro, ma è il fascino della piazza che le rende sempre attuali.
Adesso ci sono le maschere nuove:Tiburtello, Tufellino, e la Nuova Entrata di questo anno!! La Bella Romanina.
Che nostalgia sarà che gli anni passano.
Ma i buffoni stanno sempre là e sono sempre gli stessi.

Ciao

L'Ombra

Inviato da un lettore di Dillattutta

http://ie.youtube.com/watch?v=MGsXqzvwRv0
http://ie.youtube.com/watch?v=MGsXqzvwRv0&feature=related

.

http://ie.youtube.com/watch?v=MGsXqzvwRv0&feature=related

La VERITA' è questa.

Quando i sindaci e governanti devono mettere in secondo piano i problemi personali o mascherare qualche altra cosa più importante ,adesso è di moda attaccare i Tassisti vedi in Francia, a Parigi con. Sarco....coso, non mi ricordo il nome ma mentre convolava!! guarda caso i tassisti venivano attaccati e scendevano in piazza.
Sui giornali e in TV si parlava solo di quello e si glissava sul matrimonio dell'anno.
Libertè Egalité e FREGALITE!!!!!.
Tutto il mondo è un paese.
Ricordate, i problemi del paese, non sono questi! sono solo finte liberalizzazioni,
quelle serie che farebbero risparmiare il popolino ignaro si guardano bene dal farle ''sono interessi troppo grandi da toccare''.

Ciao

L'OMBRA

2 febbraio 2008

Una giornata nella antica Roma tra vicoli e palazzi.



Dura 4 minuti se vi và di vederlo?
Si può scaricare da YouTube.
Ciao
La Vs.
OMBRA