Di Piccionetti Stefano

Far vedere una ROMA invisibile, quella ROMA che ci scorre davanti agli occhi tutti i giorni ma non notiamo mai.


Le mie Foto


http://picasaweb.google.com/PiccionettiStefano/RomaInTaxi?feat=directlink


I miei video


http://it.youtube.com/dillatutta



Informazioni personali

Campo de Fiori, Roma, Italy
Romano de Roma 52 anni due infarti nove Stent. Rugantino dalla nascita ..Mai dòmo

29 novembre 2014

Sacro e profano



Una mattina per caso a Piazza Navona.
A Roma può accadere.

L'Ombra.

29 maggio 2014

Case Popolari a Roma

Forze c'è ancora speranza.

Beautiful and naked inside : Ferrari

3 maggio 2014

Tassisti a Piazza Sempione

NON ABBIATE PAURA !!!

Basilica di S. Lorenzo in Damaso particolare dell'altare di sinistra Roma In questa Basilica ha ancora sede il tribunale della Sacra Rota. dal balcone del cardinale si vede Campo de Fiori e la statua di Giordano Bruno ,eretico arso vivo . Sotto la chiesa vi è un lago sotterraneo di discrete dimensioni (organizzandosi si può visitare e i sotterranei) L'Ombra

29 gennaio 2013

Presepe Lucano a piazza S. Pietro natale 2012

Forse non tutti sanno che il presepe a piazza San Pietro nel natale 2012 è stato progettato e realizzato da un artista Lucano,ed è stato ambientato nei sassi di Matera. La cerimonia di chiusura è stata celebrata nella chiesa della Traspontina....dove tra i vari artisti si è esibita la soprano : Patrizia Borghini, tra gli applausi dei familiari e amici. L'Ombra

12 aprile 2012

Morte di una vecchia sveglia.

MORTE DI UNA VECCHIA SVEGLIA
Ieri per caso, da una vecchia scatola, ho tirato fuori una vecchia sveglia; di quelle di una volta con la farfallina per ricaricarla, era ferma da 36 anni circa, l’avevo comprata prima di partire per il sevizio militare, e insieme a me si è fatta tutta la leva e non solo! Era carica! lo sbloccata e!…… per incanto è ripartita così come se il tempo non si fosse mai fermato, ho provato un’emozione indescrivibile, mi ha riportato indietro nel tempo: quante storie, quanti amici e quanti ricordi in quei : TIC…TAC…TIC….TAC , li risento ancora se chiudo gli occhi, così forti che accompagnavano sempre una vecchia canzone, che veniva suonata centinaia di volte al giorno dal jukebox bel bar della caserma ’’tornerò non e possibile tornerò’’, TIC….TAC…. nei pomeriggi noiosi in caserma a scrivere lettere interminabili alla fidanzata , la canzone finiva con una strofa ‘’ amore mio aspettami tornerò etc. etc.’’ credo che quelle che hanno aspettato sono state veramente poche , anche perché quando tornavamo eravamo tutti rincoglioniti. Non ricordo, ne il giorno ne il perché riposi quella sveglia, invece di buttarla, come tante altre cose, ma sono stato contento nel ritrovarla e l’ho appoggiata sul comodino, addormentandomi . Durante la notte mi sono risvegliato indispettito, da un rumore odioso TIC….TAC….TIC…TAC…. e d’un tratto, mi sono ricordato il perché avevo soppresso quella odiosa sveglia, ecco il perché ? nelle sue note, c’era sempre un: TIC… e poi un TAC…un TIC…e un altro TAC….ossessivo, dove il TIC..: era, e il TAC…: è, il TIC è il passato e il TAC è adesso …!!! E cosi via ,ripetutamente, mancava qualcosa a quella dannata, sveglia ….mancava un TOC!! siii mancava un TOC!! a quella maledetta sveglia, quel maledetto TOC.. in qui sono rinchiusi questi 36 anni , il TOC … del dopo, del poi , di quello che verrà!! Mentre, stavo per prenderla e metterla sotto un cuscino, quella maledetta sveglia, insolente come sempre, si è messa a suonare, come se per lei nulla fosse accaduto in questi 36 anni… e non c’e stato modo di fermarla, tutto d’un tratto un rumore…FORTE, VIOLENTO, IMPROVVISO :…TOC no! TOOC!!! o era uno stoc?….o era uno stac! o uno sbot ? che rumore hai fatto maledetta ? ma si era un TOC !! si si era un TOC…. ne sono certo, l’ho ricaricata, nulla, l’ho sbattuta ,niente non è più ripartita, non c’é stato verso di farla ripartire era MORTA, maledetta di una sveglia, hai aspettato 36 anni per morirmi tra le mani , senza dirmi se quel tuo ultimo TOC ….era l’ultimo di 36 anni fà o il primo di 36 anni dopo!!! Ti farò riparare, ma non ti ricaricherò più ti riporrò in quella scatola e forse tra 100 anni qualcuno ritroverà il suo TOC
Ecco perché comprai una delle prime sveglie digitali ma non mi a mai detto nulla, non ricordo più la marca era troppo anonima. L’OMBRA

12 gennaio 2012

Liberalizzazioni Taxi etc.etc.


Riguardo alle liberalizzazioni di Monti :penso che ,la ragione umana ha il parti...colare destino di essere tormentata da problemi e persone o cose che non può scansare, perché le sono imposti dal divino dalla sfortuna dalla natura e!! dalla sua stessa natura, ma ai quali tuttavia non è in grado di dar soluzione, perché oltrepassano ogni suo potere di uomo semplice.
Non di politici a loro tutto è permesso,nel nome del bene comune!!!

L'Ombra

29 dicembre 2011

A proposito delle liberalizzazioni dei Taxi :chi comanda in Europa? e in Italia? I taxi non sono da liberalizzare


COMANDA IL PARLAMENTO EUROPEO O LA BANCA CENTRALE EUROPEA ?

Ma perchè confindustria insiste tanto sulla liberalizzazione dei TAXI?

IL PARLAMENTO EUROPEO HA DELIBERATO CON LA DIRETTIVA BOLKESTEIN CHE IL SERVIZIO TAXI NON E' DA LIBERALIZZARE : LO SAPEVA PRODI CHE POI HA FATTO LA LENZUOLATA DI BERSANIANA MEMORIA . CI HA PROVATO TREMONTI CON IL BLITZ DI FERRAGOSTO 2011 . CONFINDUSTRIA HA PRESENTATO LA ENNESIMA RICHIESTA DI LIBERALIZZARE IL SERVIZIO . MARIO MONTI HA PRECEDUTO BOLKESTEIN AL MERCATO INTERNO ED E' STATO UOMO DEL PARLAMENTO EUROPEO PER DIECI ANNI .

LA BOLKESTEIN LASCIA LA FACOLTA' AGLI STATI MEMBRI DI LIBERALIZZARE I SETTORI NON INDIVIDUATI COME OBBLIGATORI .
CHI STA' LOBBYZZANDO QUESTA FACOLTA' ??
Frederik Bolkestein.

Ma perchè confindustria insiste tanto sulla liberalizzazione dei TAXI?
27.12.2006 IT
Gazzetta ufficiale dell'Unione europea L 376/39
I servizi di trasporto, compresi i trasporti urbani, i taxi e le ambulanze nonché i servizi portuali, sono esclusi dal campo di applicazione della presente direttiva.
DECRETO LEGISLATIVO 26 marzo 2010 , n. 59
Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno. (10G0080)
(Ambito di applicazione)
Art. 6 (Servizi di trasporto)
1.
Le disposizioni del presente decreto non si applicano ai servizi di trasporto aereo, marittimo, per le altre vie navigabili, ferroviario e su strada, ivi inclusi i servizi di trasporto urbani, di taxi, di ambulanza, nonché i servizi portuali e i servizi di noleggio auto con conducente.

28 dicembre 2011

Liberalizzazioni Taxi : salviamo l'Italia!!!!

I tassisti italiani, ma credo solo quelli Romani (perchè? si dice, votarono in massa per Alemanno) sembrano i predestinati, le vittime designate, per salvare l'Italia e gli Italiani.
Il governo sta passando alla fase 2

-Il rilancio dell'economia...alzare il PIL,e la produzione, rilanciare i consumi: tutto ciò,..... udite udite!! : liberalizando i Taxi, (ammazza che intelligggggenza superiore) e aumentando i farmaci che potranno vendere le parafarmacie (perchè non riusciranno a liberalizzarle, loro sì che sono una casta!!)

Gli Italiani dopo la Befana ....non si dovranno preoccupare più le loro case avranno più valore, grazie alla riforma catastale,saranno tutti titolari di carta di credito!!.....pagheranno tutto con assegni, andranno a lavorare in TAXI (perchè i biglietti dei Bus sono aumentati del 100x100) e si cureranno nelle parafarmacie

et voilà!!!! no problem!!!!

e per questo ci voleva MONTI?

Ricordate italiani::::: questa non è la strada giusta ,ci saranno persone contente, per le -grandi libbberalizzazioni- ma non risolveranno nulla.
Secondo me tutte queste manovre servono solo a far rientrare le banche dei loro capitali......e poi dopo che gli italini saranno stati ''mondati'' per bene dei loro risparmi L'Italia fallirà ugualmente, ma solo dopo che le banche saranno piene di soldi.
Spero di sbagliarmi ......Ma dove sono gli INDIGNADOS


VI ASPETTO TUTTI IN TAXI FELICI E CONTENTI .

P.S.ma gli Italiani sono pieni di risparmi!!! (piano piano.....ve li leveranno tutti abbindolandovi con la storia dei TAXI......)


Bun anno nuovo!!!

L'Ombra.


a chi interessa la verità sui taxi dia uno sguardo !!!

14 ottobre 2011

Di Piccionetti Stefano: ROMA LAZIO 1979 PARTITA MALEDETTA

Storia vera di’’ Romoletto er Pescatore’’ de testaccio, detto poi ER BOMBARDIERE!! personaggio verace de una Roma che non c’è più.

Romoletto
Titolare di un negozio di caccia e pesca nautica e sub molto conosciuto nel quartiere di Testaccio negli anni settanta e ottanata ,personaggio molto colorito, romano de Campo de fiori, passò alla storia della capitale ingiustamente come colui che armò ‘’tra virgolette’’ la mano del Killer che uccise il tifoso lazziale Paparelli nel famoso derby ROMA LAZIO dell’anno 1979 .
Vengo ‘’ ar fatto e ve illumino ‘’ : forse molti di voi ricorderanno eil fatto ma non la storia vera.

Roma –Lazio anno 1979 un razzo parte dalla curva sud e come se er diavolo se lo portasse e si và a infilare nientepopòdimenoche? nell’occhio di un lazziale nella curva nord, penso che se avessero preso la mira nessuno sarebbe riuscito a farlo!!!! Ma quando er diavolo ce mette la coda….. dicono a Roma : non c’è niente da fare .
Fatto è che il Povero tifoso lazziale: Paparelli muore, lasciando la moglie e i figli piccoli, ma anche lasciando nel cuore dei tifosi veri di Roma e Lazio tanta tristezza e Rabbia.

Nel trambusto che segue vengono fermati alcuni tifosi , e tra questi a qualcuno viene trovato in in tasca il biglietto da visita del negozio del nostro’’ Romoletto er pescatore’’ : L’Emporio del Pescatore che tra l’altro ancora esiste a Piazza dell’Emporio a testaccio.

Questo bastò agli inquirenti , anche perché dei ragazzi dissero di aver comprato dei razzi in un negozio a testaccio (quel giorno di razzi ne furono sparati a centinaia alllo stadio e tra l’altro, a Testaccio all’epoca c’erano altri tre armerie) ma quello del Romoletto: L’Emporio del Pescatore era il più famoso, questo fece sì che il giorno dopo il povero:
‘’Romoletto er Pescatore’’Venne arrestato e messo in carcere senza colpa e ne peccato con la accusa di vendita illegale di ‘’ nientepopòdemenoche!!! arma da guerra!!!! rischiava 20 anni di galera, niente visite dei parenti, isolamento e processo per direttissima!! da qui il soprannome di ‘’Bombardiere’’, all’epoca i brigatisti venivano trattati meglio .
Fatto stà che c’era un morto e dato che il colpevole ,un certo Fiorillo detto Tzigano, che venne arrestato poi qualche anno dopo non c’era, fu arrestato solo Romoletto con l’accusa di aver venduto il razzo in questione.
I fatti però davano ragione al nostro negoziante in quanto a ragione asseriva di non aver mai venduto i razzi e a sua discolpa porto i seguenti argomenti:

1-Una fattura di 4 razzi e 4 furono trovati nelle perquisizioni
( tra l’altro costavano abbastanza cari come avrà fatto il Fiorillo disoccupato a comprarli?)
2-Quei razzi erano omologati come per ‘’segnalazione marittima ‘’e non avrebbero mai potuto fare quella traiettoria se non manomessi (da mano esperte) e quindi non erano armi da guerra.
3-Si potevano vendere senza permesso d pubblica sicurezza (entro tre km dalle opere portuali e: porto Fluviale al Gazometro è porto a tutti gli effetti) in quanto obbligatori a bordo di natanti. Per la polizia mercantile chi non li aveva a bordo era passibile di sequestro del natante
4-Avendo la licenza di vendita anche per attrezzature nautiche era quindi anche a autorizzato a venderli Anche se come affermato non li aveva venduti


Fu quindi sbattuto in prima pagina su tutti i quotidiani e telegiornali con l’accusa infame di: ‘’aver armato la mano del Killer’’
Venne ripreso su tutte le Tv con le manette,, ai polsi come un assassino furono intervistati senza rispetto la moglie la figlia eil Figlio del l’’Mostro che ha armato la mano del Killer’’ questi erano i titoli dei giornali, oggi è uguale .
Il giorno del processo fù derubricata l’accusa da arma da guerra a arma comune da sparo ,rischiava comunque sei anni di galera.
In sede di giudizio fu, derubricata di nuovo l’accusa e riconosciuto innocente del fatto, anche perché quei razzi li avevano tutti i proprietari di natanti e avrebbero dovuto arrestare mezza Italia.
Fu solo condannato per detenzione di quei razzi, che però si potevano vendere comunque (avrebbe dovuto in seguito fare ricorso)
Cosa buffa poi .da ridere, Il negozio non era intestato al nostro Romoletto!!!! ma alla moglie!!! Nessuno degli inquirenti si era preso la briga di andare a controllare a chi fosse intestata la licenza (il processo andava rifatto).
La legge per la vendita venne cambiata venne cambiata quei razzi non erano più arma da guerra!!!

Conclusione per anni il povero armiere venne perseguitato dai tifosi Lazziali in quanto nessuno smentì mai la sua colpevolezza ,all’epoca le tifoserie erano anche divise in destra e sinistra andava di moda ‘’gambizzare’’ persone le quali si ritenevano colpevoli di chissà che cosa.
Il processo all’epoca costò tanto da mettere in crisi le finanze del nostro Romoletto e lo costrinse a svendere la sua attività
La vicenda lo fece ammalare e di lì a poco morì .
La svendita dell’attività, venne contestata dall’ufficio IVA e il ricorso andò avanti per 30 anni vinto in cassazione dagli eredi.
Rimangono nella memoria solo il povero: Paparelli ucciso dall razzo sparato da un folle e il povero: Romoletto, morto di dispiacere per una accusa infame e processato sull’onda di una spinta emotiva dell’opinione pubblica ,questa spesso è la giustizia in questo paese.
I figli di Romoletto anno lottato per anni per far togliere dai libri, post e pagine internet il nome di loro padre INNOCENTE, ancora oggi ogni tanto associato al suo nome, su qualche ricerca su internet viene associato a quel famoso maledetto DERBY ROMA LAZIO del 1979

Firmato
Piccionetti Stefano
L’OMBRA

P.S. Romoletto er pescatore detto anche ER BOMBARDIERE era mio padre .

Negli anni ho pensato spesso a come ha fatto il Fiorillo (quello che lanciò il razzo) a modificarlo? Solo esperti potevano farlo, lui non lo era
Sapevano nome e cognome, stava allo stadio, anno arrestato tutti gli altri quel giorno lui guarda caso no, se uno fa una cosa del genere oggi lo prendono e lo linciano all’epoca? Era lo stesso

Come mai è stato arrestato dopo qualche anno di latitanza? chi l’ha coperto? chi a finanziato la sua latitanza?
Non ha mai spiegato come fece a manomettere quel razzo e solo all’arresto disse dove aveva comprato quel razzo
Chi glielo aveva venduto, perché non si fece avanti subito dopo il processo, non sarebbe stato condannato e forse nemmeno processato, in quanto il reato non sussisteva più dopo il processo all’armiere di testaccio le cose erano chiarite.

Non avranno coperto qualcuno che all’epoca forse era davvero il colpevole?


Ma queste forse sono supposizioni di un figlio amareggiato?
Ciao.

28 settembre 2011

La statua di Wojtyla a Roma ........

Wojtyla e la sua statua a Roma sul piazzale della stazione Termini
NON è ER LEGNO DELLA BARCACCIA CHE ME FERMA MA LA FEDE COSI .....DISSE ER DIAVOLO!!! al credente che lo fermò con un pezzo di legno che credeva essere una scheggia della croce di Cristo,ma era stato imbrogliato!! solo che non lo sapeva e fù infatti il coraggio e la fede che lo salvarono dal demonio che voleva la sua anima non quel pezzo di legno che era della chiglia di una vecchia barca.
Riguardo alle polemiche sull'estetica della statua del Papa Wojtyla, mi sembra si esageri assai in quanto non è l'immagine o la forma del manufatto ,che può piacere o non piacere, ma è quello che rappresenta .

14 febbraio 2011

Roma: la notte, tra le magie e i sgreti della città fatata.

Passeggiando tra piazza Montevecchio Via dei Coronari e tra le stradine di piazza della Pace e Via di Panico nonchè al centro di Roma potrebbe capitare che!!!! a me è successo una notte d'estate.



L'Ombra

1 ottobre 2010

Nessun campo nomadi a Colle Salario parola di Alemanno,Colle Salario una delle più belle periferie di Roma.



Oggi a Colle Salario,una delle più belle periferie di Roma è intervenuto a sorpresa il sindaco Alemanno, che presentandosi tra la gente, molto semplicemente e dando prova della: sua serietà verso i cittadini di questa città,a rassicurato gli abitanti di Colle Salario .....''ormai integrato e inglobato con il moderno Porte d Roma''che non ci saranno mai in questo quartiere campi nomadi'' così ha detto: testualmente ''ci metto la faccia''
grazie Sindaco Alemmanno.


Tutto ciò, senza che gli abitanti di questo civile quartiere:abbiano mai espresso intolleranza verso extacommunitari.


L'Ombra

23 settembre 2010

Taxidriwer a Roma

Il futuro dei taxi a Roma?
Se il sindaco Alemanno ci sovvenziona!!!!!



30 maggio 2010

Telefoni Taxi...2010.........2007....stessa storia !!! poi dicono che i Taxi a Roma non si trovano!!! o sono sempre pochi!!!!!

Basta!!!

Da Rutelli a Veltroni ......e dopo Veltroni stessa storia stessa serietà
Poi non vi lamentate se non riuscite a reperire un taxi a Roma !
Questa è la situaxione: tanti taxi ma poche colonnine e pochi parcheggi!!!

Ciao
L'OMBRA.

Prima e poi .













5 aprile 2010

1 aprile 2010

Parcheggi Taxi a Roma: ''Lei non sa chi sono io''.Cosi ci si sente rispondere spesso da chi sosta sulle righe gialle! ora basta.



Omniroma-TAXI, BITTARELLI (URI): ORA DA REGIONE E COMUNE RISPOSTE CONCRETE

(OMNIROMA) Roma, 31 mar - "Il messaggio che campeggiava l'altra
sera ai piedi dell'obelisco a piazza del Popolo rappresentava la
voce di tutti gli operatori onesti - che sono la maggioranza dei
tassisti e degli autonoleggiatori romani - che hanno creduto
nella candidatura di Renata Polverini come persona capace di
ripristinare regole e legalità nel nostro settore, ormai da
troppo tempo in balia degli abusi e dell'abusivismo". Lo dice,
in una nota, Loreno Bittarelli, presidente dell'Uritaxi e del
3570.
"Sin da domani però - continua Bittarelli - dopo aver accolto
con enorme entusiasmo e soddisfazione il risultato di una
ennesima sfida, che all'inizio pareva impossibile, non ci
saranno più attenuanti. D'ora in poi - continua - dovremo dare
risposte concrete e tangibili alla nostra categoria, attraverso
un maggiore impegno da parte della Regione Lazio, Comune di Roma
e Governo del nostro Paese. Da Governo e Regione Lazio ci
attendiamo che vengano scritte migliori regole per l'esercizio
della nostra attività e per risolvere il problema dei noleggi
con conducente che operano al di fuori dei propri comuni. Mentre
dal Comune di Roma ci aspettiamo che riesca a comprendere che
alla categoria e all'utenza non servono box o totem informativi,
ma tariffe più chiare e trasparenti e soluzioni concrete per una
migliore viabilità. In attesa dell'insediamento di Renata
Polverini alla Regione Lazio e della conclusione dei lavori del
Tavolo Tecnico con il Ministro Matteoli confidiamo
nell'immediata introduzione da parte del Comune di Roma di un
nuovo sistema di tariffazione progressiva, analogo a quello già
in uso da tempo nel comune di Fiumicino, e nell'apertura di
alcune strade chiuse ai taxi, come una parte di via del Corso, e
nella realizzazione di nuove corsie preferenziali, su arterie
strategiche per la nostra attività, come sul Lungotevere e su
via Cristoforo Colombo".

30 marzo 2010

Divino Amore 1962 : Gita Foriporta.



Gita Furiporta 1962
I Romani a pasqua, compravano la fava andavano al Divino Amore e dopo,reso grazia a Dio e alla Madonna se facevano na bella magnata.
Cor vino dei Castelli pe accompagno.

Ciao
L'ombra

14 dicembre 2009

A proposito di Berlusconi: Dove era e dove è la verità

Non credere a quello che dicono di te ma credi in te stesso.
Non credete e non date retta agli altri ma alla Vs. coscienza.

A proposito di quello che dicono in tv o di quello che scrivono i giornali su Berlusconi leggete queste due pagine tratte dal libro: Vincitori e Vinti.

Calabresi vittima dei giornali e dei telegiornali e del clima politico di quell'epoca.

Uomini si destra e di sinistra.Non permettiamo che ritornino qui tempi




Fare clic per ingrandire.


Calabresi non commise mai quel reato .


Ciao L'Ombra

29 novembre 2009

Mobing verso i Tassisti Romani..Liberato L' Horus a piazza Sempione...occupato il parcheggio dei TAXI. questo è il vero impedimento al lavoro!!!!

Qesto è un cmportamento vessatorio verso i Tassisti Romani che svolgono il proprio dovere



Poi non ci lamentiamo se i Taxi non si trovano !!!è che sono impediti a fare il loro lavoro tutti i giorni nella giusta maniera.




Ora occupano i parcheggi anche le polizie private per che cosa? difendere la proprieta privata.
Si limita così il diritto ai lavoratori e ai cittadini di poter usufruire di un servizio taxi in tempi ragionevoli.
Come si vede dalle foto, un fuoristrada della polizia privata occupa il parcheggio Taxi di piazza Sempione da molti giorni(e chissà per quanto tempo ancora) e a volte anche i motorini degli agenti vengono parcheggiati.
Altre volte ancora oltre al fuoristrada ulteriori auto di servizio, sempre della polizia privata parcheggiano incuranti dei Taxi che!... per rispondere alle chiamate dei cittadini che usano il Taxi sono costretti a delle manovre audaci intasando ulteriormente il traffico per andare posizionarsi sul parcheggio e poter rispondere al telefono verrà il momento che i tassisti stressati e infastiditi non si fermeranno più, questo è vero e proprio MOBING contro i tassisti romani. Risultato!....ritardo del servizio! ...quindi quando dicono che i Taxi sono pochi non è veroooooo.

Il fatto è che sono impediti a lavorare.
Questo è impedimento al lovoro!!!

Ciao

L'OMBRA

21 novembre 2009

Horus Liberato! Sgombrato L'Horus di Corso Sempione.Foto di Piccionetti Stefano.


Sgombrato finalmente l'Horus di corso Sempione a Roma, sede storica di ragazzi che rivendicano.......TUTTOOOOOOOOOOOOOO.


Ultimamente, il locale era certamente in uno stato di degrado ormai critico,sia per la pulizia che l'igiene e per la sicurezza, ci dormivano tutti ed era a rischio.
Il fatto però? che per sgombrare quattro gatti... ci siano voluti tutte le forze dell'ordine: polizia,carabinieri e finanza,mi pare un pochino eccessivo,e anche l'orario la mattina !!!


La mattina, Corso Sempione è UNA DELLE ZONE PIU' TRAFFICATE DI ROMA...risultato?
la Nomentana completamente bloccata fino al raccordo in entrata e in uscita dalla batteria nomentana.
Ennesima giornata d'inferno per il taffico.
Ma?..... non si poteva fare in un'altra ora......

P.S. intanto prima o poi lo rioccupano.

Ciao
L'OMBRA

13 ottobre 2009

'' Taxi Driwer'' a Roma è un mestiere rischioso!...../ foto di Piccionetti Stefano



Si è proprio Rischioso fare il Taxi Driwer a Roma
Vedere x credere!!!

Ieri per miracolo non cì è scappato il morto al parcheggio dei Taxi al salario.
Come in molti altri posti di Roma ieri,durante la tromba d'aria è venuto giù un grosso ramo da un albero e solo per fortuna (in quel momento i taxi si erano spostati) non c'è stata un'altra vittima.
Oltre le rapine ci si mettono anche gli alberi!!!!!!!!
ma.....chi controlla sti benedetti alberi?



Ciao
L'ombra

11 ottobre 2009

21 settembre 2009

Folgore...Folgore...Folgore...




Cuori d'acciaio all'erta........assumi la forma di un angelo........

Come Folgore dal cielo.......

Come nembo di tempesta...procediamo la vittoria

Fuori fuori....e giù dall'infinito....

Nessuno di noi cederà.

Alcuni versi dell'inno della Folgore ....e solo chi lo ha intonato può capire come possono essersi sentiti i commilitoni dei parà morti.
Coraggio ragazzi siete tutti noi.

Ciao.
L'Ombra.

8 settembre 2009

30 agosto 2009

ROMA -- Acqua minerale: a Roma, si può pagare anche ... 1.50 euro. Mezzo litro.Piccionetti Stefano

E' successo a me ,in centro....è vero che ci sono le fontanelle e nessuno ti costringe a prendere l'acqua al Bar però?
A tutto c'è un limite!



Questo si! che è un furto,altro che.

E poi si lamentano dei tassisti!

Chi è senza peccato scagli la prima pietra.



Ciao
L'Ombra.

15 agosto 2009

Estate Romana .Risultati della movida notturna su i monumenti di Roma.Foto di Piccionetti Stefano

Sacro e profano.....ma! guardando bene anche questa è arte.









Ciao
e buon ferragosto

L'Ombra

15 luglio 2009

Quì... Capo Kennedy.. vi parla Ruggero Orlando. Dalla Tera alla Luna di Piccionetti Stefano

Tito Stagno




Ruggero Orlando



Sono passati,quaranta anni dalla prima passeggiata dell’uomo sulla luna, Armstrong e Al drin, di certo è statala missione più difficoltosa che l’uomo abbia intrapreso, e nessuna diretta televisiva potrà mai eguagliare le trasmissioni di Ruggero Orlando e Tito Stagno.
Dopo la famosa frase ‘’un piccolo passo per l’uomo un grande passo per l’umanità’’, si torna a parlare di Luna.
Ora ci vengono a dire che quelle immagini erano una montatura….forse sarà vero chissà? a onor di cronaca io che ho avuto l’occasione di conoscere Ruggero Orlando, abitava nel mio Rione e un giorno mentre lo accompagnavo in taxi dalla sua abitazione di via del Corallo( centro di Roma a due passi da Piazza Navona), ad un ricevimento all’ accademia di Valle Giulia ebbi modo di fargli la fatidica domanda: Ma ci sono andati sul serio secondo lei sulla Luna?
Con la sua voce caratteristica e la sua espressione e guardando in alto mi disse che certo l’organizzazione dell’evento era stata Holliwudiana, troppo! per essere falsa,… l’apparato messo in moto… è stato talmente immenso nell’ utilizzo di persone , tecniche di trasmissione, tv e accrediti di giornalisti che… falsificare quell’evento sarebbe stato più difficile che andare veramente sulla Luna e (aggiunse)….vede! per l’uomo è stato sempre un sogno andare sulla Luna, e la cosa più bella è…. che vero o falso quella notte il mondo intero partecipò a quel sogno davanti alla televisione.( fece una pausa,sospirò,ebbe un’espressione col viso , mitica caratteristica e inconfondibile e a me sembrò, come se volesse- dire ma! Chissà?).
Continuò poi nel discorso aggiungendo -tra quaranta anni forse andranno su Marte e ci saranno le stesse polemiche ma….! stia certo che chiunque vi andrà dopo gli Americani non dirà mai la verità.
Ruggero Orlando era un grande personaggio la sua esperienza e il suo modo di parlare e la sua cultura valicava ogni frontiera.

Molti anni dopo,incontrai sempre sul mio Taxi, una sera d’estate il figlio di Ruggero Orlando ( mio nonno diceva che nel Taxi passa il mondo come in una televisione ..verissimo!) e si commovemmo ricordandolo insieme …..
Il mondo è piccolo!!
Di certo ora saprà la verità , anche se sono certo l’ha sempre saputa.

5 luglio 2009

Amore tra giovani....Un rapporto pericoloso!



Questo si che è un rapporto in bilico.

L'Ombra

21 giugno 2009

E così comincia l'avventura: Matrimonio di ..Marani Francesca

Così pensava er Belli dell'amore delle donne.

Chissa!



1741. L’amore de le donne

L’amore d’una donna io te lo do
a uso de quadrini e santità;
credilo sempre metà pe metà.
Pijjelo, e tira via come se pò. 1

Er bene che lei dice che tte vò,
e ttutte le scimmiate 2 che tte fa,
quarche vvorta ponn’èsse 3 verità,
e cquarche vvorta e un po’ ppiú spesso nò.

Indove l’occhio tuo nun pò vedé
si 4 cce n’è un po’ de meno o un po’ de ppiú,
quint’azzecca, 5 Matteo, quanto sce n’è.

Co le donne hai da fà come fai tu
quanno bevi favetta pe ccaffè:
striggni le labbra, e bbon zuàr monzú.

3 dicembre 1835

Ciao
L'Ombra

19 maggio 2009

Voglio raccontarvi una storia accaduta diversi anni or sono ad un vecchio Tassista,o tassinaro.



Voglio raccontarvi una storia accaduta diversi anni or sono
ad un vecchio collega molisano ormai da tempo in pensione .
Storia rimasta negli anni tra le migliori avventure di piazza.


Erano gli esordi dei radiotaxi quando un bel giorno al collega in

questione gli fu assegnata una chiamata che implicava il prelievo

di un pacco presso un indirizzo per consegnarlo ad un altro.

La centralinista informò il tassista su quanto avrebbe dovuto fare :

”Si deve recare in via Cavour 10 citofonare al Sig Rossi, prelevare

un plico e consegnarlo in via Bissolati 20”.

L’ignaro tassista da subito si domandò cosa fosse questo plico e,

per paura di dimenticare lo sconosciuto vocabolo cominciò a ripeterlo

più volte recandosi all’indirizzo stabilito: “plico…plico..flico..flico…philco

…philco!!. “chissà perché, chissà per come, una volta giunto all’indirizzo

il plico si trasformò in Philco.

Di fronte al portone il tassista scese dalla vettura e andò a citofonare

chiedendo di ritirare un philco (pronuncia filco), la risposta fu :- "Qui non

c’è nessun philco da ritirare, provi a domandare al portiere"- , cosi il collega

citofonò al portiere proponendogli la stessa domanda, il quale preso alla

sprovvista rispose :-”a me non risulta nessun philco da ritirare, ma ora che

ci penso bene nello scantinato del palazzo c’è un vecchio figorifero di marca

philco, sarà forse quello!

Così il tassista ed il portiere si recarono in cantina caricarono l’ingombrante

frigorifero nella vettura e dopo, tanta fatica e mille ringraziamenti al portiere,

il tassista proseguì per il suo viaggio destinazione via Bissolati 20.

Una volta a destinazione annunciò il suo arrivo e la segretaria dell'ufficio gli

chiese gentilmente di salire al pimo piano per consegnare il plico, il tassista

ebbe un sussulto: - " signorina ma sta scherzando, ho pure l'ernia del disco"-

la segretaria non comprendento tale difficolta scese al portone,.....lascio a voi

immaginare lo stupore e l’incredulità della poveretta alla vista del frigo.

Ancora oggi , dopo svariati anni , credo che la segretaria anch’ella

ormai in pensione, ogni tanto se la rida ripensando all’episodio.

1 maggio 2009

Ayrton Senna.Imola,quindici anni fà la fine di un mito



Curva del Tamburello, Imola quindici anni fà morivaAyrton Senna.
Grande campione di F1 un mito,finiva un periodo storico dello sport automobilistico quello delle auto di F1 con ancora il cambio manuale senza servosterzo senza ABS dove per vincere...dovevi avere i COSIDETTI.....!
Per molti tifosi della rossa nazionale La FERRARI,correva via il sogno di vederlo campione del mondo su una Ferrari.
Un'immagine per sognare.

Ti ricordiamo con le tue parole:

"Se ho fatto le cose che ho fatto è perchè ho avuto, nella vita, una grande possibilità. Crescere nel modo giusto, vivere bene, godere di una buona salute, imparare molto. E sono stato aiutato, nei momenti giusti, ad andare nella giusta direzione."
Ciao Ayrton!!

30 aprile 2009

Madre Teresa di Calcutta.Taxi…..un lavoro che avvicina a Dio



Madre Teresa di Calcutta.
Taxi…..un lavoro che avvicina a Dio
di Piccionetti Stefano

Un pomeriggio come tanti sul mio Taxi tra un cliente e l’altro in mezzo al solito traffico di Roma,decido di spostarmi in periferia per prendere fiato ore… diciassette circa.
Il radiotaxi dava chiamate in continuazione che dalla stanchezza quasi non sentivo più.
Tutto d’un tratto mi ritrovai davanti un numero civico di una via dell’Eur,era tranquillo l’Eur quel giorno ,malgrado ci fosse stato un convegno sull’AIDS nel mondo.
Si avvicina una suora con un vestito bianco giovane e affabile,quasi avesse paura di disturbarmi mi chiede se ero in servizio,si sorella prego si accomodi , un momento mi risponde devono arrivare altre sorelle.
E così che mi ritrovai davanti nella sua semplicità e materno candore Madre Teresa di Calcutta
e le sue ancelle,si davanti a me (semplice tassista Romano de Roma e grande peccatore) a un metro di distanza che mi sorrideva e mi parlava come se ci fossimo conosciuti da sempre quella che era e sarà la più grande santa che il mondo abbia avuto nell’ultimo secolo.
Non salì però sul mio taxi ma la seguii con le sue ancelle fino alla chiesa
Arrivati alla chiesa di San..Gregorio al celio, ripresi la conversazione con Madre Teresa, circa 15 minuti rimasi lì a parlare con lei (malgrado non parlassimo la stessa lingua) furono i 15 minuti più intensi della mia vita,volati via nella semplicità delle parole di una donna che definirla GRANDE nelle sua piccola statura è poco; Madre vorrei avere più tempo per stare con le ..gli dissi ,mi rispose:-TROVA IL TEMPO PER PREGARE-,accomiatandomi da lei, feci per inginocchiarmi e baciargli le mani mi fermò e mi redarguì non volle che mi chinassi e mi disse di chinarmi davanti a Dio mi baciò si mise una mano in tasca tirò fuori una medaglietta della madonna e la baciò poi me la donò la conservo tutt’ora gelosamente.
Il lavoro del Tassinaro è uno dei lavori più bistrattati e faticoso ma che può regalarti momenti intensi di umanità che nessun TASSAMETRO potrà mai quantificare.
Ecco perché malgrado tutto amo questo lavoro ……..alla faccia de chi’’ce vole male’’.

Vorrei regalarvi alcune righe di una poesia di Madre Teresa che a me sono particolarmente care

Quando a causa degli anni
non potrai correre, cammina veloce.
Quando non potrai camminare veloce, cammina.
Quando non potrai camminare, usa il bastone.
Pero` non trattenerti mai!



Ciao
L'OMBRA

11 aprile 2009

La Roma del ''BELLI'' Mostra di -Alfredo Borghini- Artista Trasteverino,consigliato da Piccionetti Stefano.



Vi consiglio di non perdere l'occasione di questa mostra ve ne pentireste,una mostra alla quale l'artista ha lavorato molto tempo.
Creando delle vere opere d'arte.

Dite a Borghii che vi manda L'Ombra.


LA MOSTRA SI TERRA' AL MINISTERO BENI CULTURALI, PER LA XI SETTIMANA DELLA CULTURA. PRESSO LA SALA CLEMENTINA DEL CARCERE MINORILE DI CARLO FONTANA, VIA DI SAN MICHELE

25 (PORTA PORTESE) IL 16 APRILE 2009 ORE 17,00
ALFREDO BORGHINI

10 aprile 2009

Roma sparita-Ponte Sisto... ce porta direttamente ner core de Trastevere... tra li burini! cosi chiamavano quelli della Roma nobile i... Trasteverini



Ponte Sisto venne costruito sulle rovine di un antico ponte romano, Pons Aurelius, risalente al 215 d.C., ai tempi dell'imperatore Marco Aurelio Severo Antonino, che così volle unire Roma a Trastevere: si narra che da questo ponte venissero gettati nel fiume i primi martiri cristiani.

Chiamato anche pons Janicularis per la vicinanza al colle Gianicolo.

Nel 1599 fu restaurato da Clemente VIII, che fece rinnovare lastricato e parapetti in travertino.

Nel 1880 i lavori per la costruzione dei muraglioni alterarono l'aspetto
con la collocazione di parapetti in ghisa,costituito da quattro arcate con un grande "occhialone" circolare sul pilone centrale, che da sempre ha funzionato da campanello d'allarme in caso di piena del fiume.

L'intervento del 1877 modificò l'antico ponte mediante una sovrastruttura in ghisa.

Il restauro avvenuto per il Giubileo del 2000 ha dato nuovamente al ponte l'immagine quattrocentesca furono eliminati i parapetti in ghisa e ripristinati i parapetti
con una struttura in muratura rivestita da travertino

Oggi il ponte,108 metri è aperto soltanto ai pedoni.

C'è comunque chi lo preferiva come una volta io lo ricordo così!

ciao


L'Ombra

Terremoto in Abruzzo: Oggi i funerali in diretta TV. Omaggio di Piccionetti Stefano.



Un bel sole accompagnava i funerali,svolti oggi in Abruzzo,molti romani hanno seguito i funerali alla televisione e altri addirittura in alcune chiese della periferia della capitale.
Anche Roma,con un bel sole e la temperatura mite,a testimoniare che siamo in primavera, sembrava essere più bella, come per fare un omaggio alle vittime.
Questa città sembra avere un cuore sa offrire spettacoli stupendi con colori unici e passeggiando per Roma si possono vedere scorci come questi che....dedichiamo: ai morti sotto le macerie
Non è molto ma almeno il pensiero vola là tra loro! ''SIAMO TUTTI CON VOI''

ciao

L'Ombra

6 aprile 2009

Terremoto: anche a Roma si è sentito,gente in strada .




Ore 3,32 circa: Lunedì 6 aprile, Scossa di terremoto sentita forte a Roma .
La gente è scesa per le strade,impaurita c'è chi ha dormito in macchina aspettando le prime ore dell'alba.

L'Ombra c'era

29 marzo 2009

Telefoni taxi a Roma.Tassisti: taglieggiati per lavorare.....Si può Lavorare così?



Fate copia e incolla e andate a vedervi questo video delle Jene e fatevi due risate.

http://www.video.mediaset.it/mplayer.html?sito=iene&data=2009/03/27&id=5193&from=link

Ciao
L'Ombra
(ancora c'è malgrado tutto)

24 gennaio 2009

Angoli di Roma Antica :Ci vediamo da Biancaneve.





Il Bar Biancaneve a Roma
Piazza Pasquale Paoli

Uno dei Bar della capitale dove è possibile mangiare un gelato da fiaba immersi nella fiaba stessa .
Tutto questo grazie a una riproduzione su una intera parete della mitica casa di biancaneve fatta da un certo De Meo o Di Meo artista non molto famoso ma bravissimo e reale.
Ultimamente il dipinto è stato restaurato dallo stesso artista dopo circa quaranta anni.
Un consiglio sincero andateci,poi fate una passegiata su lungoTEVERE passando davanti a Castel Sant'Angelo dove si consumò l'ultimo atto dell'opera disambigua della Tosca di Puccini.
IL Castello inoltre viene menzionato in Angeli e Demoni da
Dan Brown che conferisce all'insieme quel non sò che? di speciale.
Se ci andate di sera, con il vostro amato ..o!amata il risultato è garantito....


Ciao
l'Ombra