Di Piccionetti Stefano

Far vedere una ROMA invisibile, quella ROMA che ci scorre davanti agli occhi tutti i giorni ma non notiamo mai.


Le mie Foto


http://picasaweb.google.com/PiccionettiStefano/RomaInTaxi?feat=directlink


I miei video


http://it.youtube.com/dillatutta



Informazioni personali

Campo de Fiori, Roma, Italy
Romano de Roma 52 anni due infarti nove Stent. Rugantino dalla nascita ..Mai dòmo

29 dicembre 2011

A proposito delle liberalizzazioni dei Taxi :chi comanda in Europa? e in Italia? I taxi non sono da liberalizzare


COMANDA IL PARLAMENTO EUROPEO O LA BANCA CENTRALE EUROPEA ?

Ma perchè confindustria insiste tanto sulla liberalizzazione dei TAXI?

IL PARLAMENTO EUROPEO HA DELIBERATO CON LA DIRETTIVA BOLKESTEIN CHE IL SERVIZIO TAXI NON E' DA LIBERALIZZARE : LO SAPEVA PRODI CHE POI HA FATTO LA LENZUOLATA DI BERSANIANA MEMORIA . CI HA PROVATO TREMONTI CON IL BLITZ DI FERRAGOSTO 2011 . CONFINDUSTRIA HA PRESENTATO LA ENNESIMA RICHIESTA DI LIBERALIZZARE IL SERVIZIO . MARIO MONTI HA PRECEDUTO BOLKESTEIN AL MERCATO INTERNO ED E' STATO UOMO DEL PARLAMENTO EUROPEO PER DIECI ANNI .

LA BOLKESTEIN LASCIA LA FACOLTA' AGLI STATI MEMBRI DI LIBERALIZZARE I SETTORI NON INDIVIDUATI COME OBBLIGATORI .
CHI STA' LOBBYZZANDO QUESTA FACOLTA' ??
Frederik Bolkestein.

Ma perchè confindustria insiste tanto sulla liberalizzazione dei TAXI?
27.12.2006 IT
Gazzetta ufficiale dell'Unione europea L 376/39
I servizi di trasporto, compresi i trasporti urbani, i taxi e le ambulanze nonché i servizi portuali, sono esclusi dal campo di applicazione della presente direttiva.
DECRETO LEGISLATIVO 26 marzo 2010 , n. 59
Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno. (10G0080)
(Ambito di applicazione)
Art. 6 (Servizi di trasporto)
1.
Le disposizioni del presente decreto non si applicano ai servizi di trasporto aereo, marittimo, per le altre vie navigabili, ferroviario e su strada, ivi inclusi i servizi di trasporto urbani, di taxi, di ambulanza, nonché i servizi portuali e i servizi di noleggio auto con conducente.

28 dicembre 2011

Liberalizzazioni Taxi : salviamo l'Italia!!!!

I tassisti italiani, ma credo solo quelli Romani (perchè? si dice, votarono in massa per Alemanno) sembrano i predestinati, le vittime designate, per salvare l'Italia e gli Italiani.
Il governo sta passando alla fase 2

-Il rilancio dell'economia...alzare il PIL,e la produzione, rilanciare i consumi: tutto ciò,..... udite udite!! : liberalizando i Taxi, (ammazza che intelligggggenza superiore) e aumentando i farmaci che potranno vendere le parafarmacie (perchè non riusciranno a liberalizzarle, loro sì che sono una casta!!)

Gli Italiani dopo la Befana ....non si dovranno preoccupare più le loro case avranno più valore, grazie alla riforma catastale,saranno tutti titolari di carta di credito!!.....pagheranno tutto con assegni, andranno a lavorare in TAXI (perchè i biglietti dei Bus sono aumentati del 100x100) e si cureranno nelle parafarmacie

et voilà!!!! no problem!!!!

e per questo ci voleva MONTI?

Ricordate italiani::::: questa non è la strada giusta ,ci saranno persone contente, per le -grandi libbberalizzazioni- ma non risolveranno nulla.
Secondo me tutte queste manovre servono solo a far rientrare le banche dei loro capitali......e poi dopo che gli italini saranno stati ''mondati'' per bene dei loro risparmi L'Italia fallirà ugualmente, ma solo dopo che le banche saranno piene di soldi.
Spero di sbagliarmi ......Ma dove sono gli INDIGNADOS


VI ASPETTO TUTTI IN TAXI FELICI E CONTENTI .

P.S.ma gli Italiani sono pieni di risparmi!!! (piano piano.....ve li leveranno tutti abbindolandovi con la storia dei TAXI......)


Bun anno nuovo!!!

L'Ombra.


a chi interessa la verità sui taxi dia uno sguardo !!!

17 novembre 2011

Roma qualunque....................

14 ottobre 2011

Di Piccionetti Stefano: ROMA LAZIO 1979 PARTITA MALEDETTA

Storia vera di’’ Romoletto er Pescatore’’ de testaccio, detto poi ER BOMBARDIERE!! personaggio verace de una Roma che non c’è più.

Romoletto
Titolare di un negozio di caccia e pesca nautica e sub molto conosciuto nel quartiere di Testaccio negli anni settanta e ottanata ,personaggio molto colorito, romano de Campo de fiori, passò alla storia della capitale ingiustamente come colui che armò ‘’tra virgolette’’ la mano del Killer che uccise il tifoso lazziale Paparelli nel famoso derby ROMA LAZIO dell’anno 1979 .
Vengo ‘’ ar fatto e ve illumino ‘’ : forse molti di voi ricorderanno eil fatto ma non la storia vera.

Roma –Lazio anno 1979 un razzo parte dalla curva sud e come se er diavolo se lo portasse e si và a infilare nientepopòdimenoche? nell’occhio di un lazziale nella curva nord, penso che se avessero preso la mira nessuno sarebbe riuscito a farlo!!!! Ma quando er diavolo ce mette la coda….. dicono a Roma : non c’è niente da fare .
Fatto è che il Povero tifoso lazziale: Paparelli muore, lasciando la moglie e i figli piccoli, ma anche lasciando nel cuore dei tifosi veri di Roma e Lazio tanta tristezza e Rabbia.

Nel trambusto che segue vengono fermati alcuni tifosi , e tra questi a qualcuno viene trovato in in tasca il biglietto da visita del negozio del nostro’’ Romoletto er pescatore’’ : L’Emporio del Pescatore che tra l’altro ancora esiste a Piazza dell’Emporio a testaccio.

Questo bastò agli inquirenti , anche perché dei ragazzi dissero di aver comprato dei razzi in un negozio a testaccio (quel giorno di razzi ne furono sparati a centinaia alllo stadio e tra l’altro, a Testaccio all’epoca c’erano altri tre armerie) ma quello del Romoletto: L’Emporio del Pescatore era il più famoso, questo fece sì che il giorno dopo il povero:
‘’Romoletto er Pescatore’’Venne arrestato e messo in carcere senza colpa e ne peccato con la accusa di vendita illegale di ‘’ nientepopòdemenoche!!! arma da guerra!!!! rischiava 20 anni di galera, niente visite dei parenti, isolamento e processo per direttissima!! da qui il soprannome di ‘’Bombardiere’’, all’epoca i brigatisti venivano trattati meglio .
Fatto stà che c’era un morto e dato che il colpevole ,un certo Fiorillo detto Tzigano, che venne arrestato poi qualche anno dopo non c’era, fu arrestato solo Romoletto con l’accusa di aver venduto il razzo in questione.
I fatti però davano ragione al nostro negoziante in quanto a ragione asseriva di non aver mai venduto i razzi e a sua discolpa porto i seguenti argomenti:

1-Una fattura di 4 razzi e 4 furono trovati nelle perquisizioni
( tra l’altro costavano abbastanza cari come avrà fatto il Fiorillo disoccupato a comprarli?)
2-Quei razzi erano omologati come per ‘’segnalazione marittima ‘’e non avrebbero mai potuto fare quella traiettoria se non manomessi (da mano esperte) e quindi non erano armi da guerra.
3-Si potevano vendere senza permesso d pubblica sicurezza (entro tre km dalle opere portuali e: porto Fluviale al Gazometro è porto a tutti gli effetti) in quanto obbligatori a bordo di natanti. Per la polizia mercantile chi non li aveva a bordo era passibile di sequestro del natante
4-Avendo la licenza di vendita anche per attrezzature nautiche era quindi anche a autorizzato a venderli Anche se come affermato non li aveva venduti


Fu quindi sbattuto in prima pagina su tutti i quotidiani e telegiornali con l’accusa infame di: ‘’aver armato la mano del Killer’’
Venne ripreso su tutte le Tv con le manette,, ai polsi come un assassino furono intervistati senza rispetto la moglie la figlia eil Figlio del l’’Mostro che ha armato la mano del Killer’’ questi erano i titoli dei giornali, oggi è uguale .
Il giorno del processo fù derubricata l’accusa da arma da guerra a arma comune da sparo ,rischiava comunque sei anni di galera.
In sede di giudizio fu, derubricata di nuovo l’accusa e riconosciuto innocente del fatto, anche perché quei razzi li avevano tutti i proprietari di natanti e avrebbero dovuto arrestare mezza Italia.
Fu solo condannato per detenzione di quei razzi, che però si potevano vendere comunque (avrebbe dovuto in seguito fare ricorso)
Cosa buffa poi .da ridere, Il negozio non era intestato al nostro Romoletto!!!! ma alla moglie!!! Nessuno degli inquirenti si era preso la briga di andare a controllare a chi fosse intestata la licenza (il processo andava rifatto).
La legge per la vendita venne cambiata venne cambiata quei razzi non erano più arma da guerra!!!

Conclusione per anni il povero armiere venne perseguitato dai tifosi Lazziali in quanto nessuno smentì mai la sua colpevolezza ,all’epoca le tifoserie erano anche divise in destra e sinistra andava di moda ‘’gambizzare’’ persone le quali si ritenevano colpevoli di chissà che cosa.
Il processo all’epoca costò tanto da mettere in crisi le finanze del nostro Romoletto e lo costrinse a svendere la sua attività
La vicenda lo fece ammalare e di lì a poco morì .
La svendita dell’attività, venne contestata dall’ufficio IVA e il ricorso andò avanti per 30 anni vinto in cassazione dagli eredi.
Rimangono nella memoria solo il povero: Paparelli ucciso dall razzo sparato da un folle e il povero: Romoletto, morto di dispiacere per una accusa infame e processato sull’onda di una spinta emotiva dell’opinione pubblica ,questa spesso è la giustizia in questo paese.
I figli di Romoletto anno lottato per anni per far togliere dai libri, post e pagine internet il nome di loro padre INNOCENTE, ancora oggi ogni tanto associato al suo nome, su qualche ricerca su internet viene associato a quel famoso maledetto DERBY ROMA LAZIO del 1979

Firmato
Piccionetti Stefano
L’OMBRA

P.S. Romoletto er pescatore detto anche ER BOMBARDIERE era mio padre .

Negli anni ho pensato spesso a come ha fatto il Fiorillo (quello che lanciò il razzo) a modificarlo? Solo esperti potevano farlo, lui non lo era
Sapevano nome e cognome, stava allo stadio, anno arrestato tutti gli altri quel giorno lui guarda caso no, se uno fa una cosa del genere oggi lo prendono e lo linciano all’epoca? Era lo stesso

Come mai è stato arrestato dopo qualche anno di latitanza? chi l’ha coperto? chi a finanziato la sua latitanza?
Non ha mai spiegato come fece a manomettere quel razzo e solo all’arresto disse dove aveva comprato quel razzo
Chi glielo aveva venduto, perché non si fece avanti subito dopo il processo, non sarebbe stato condannato e forse nemmeno processato, in quanto il reato non sussisteva più dopo il processo all’armiere di testaccio le cose erano chiarite.

Non avranno coperto qualcuno che all’epoca forse era davvero il colpevole?


Ma queste forse sono supposizioni di un figlio amareggiato?
Ciao.

28 settembre 2011

La statua di Wojtyla a Roma ........

Wojtyla e la sua statua a Roma sul piazzale della stazione Termini
NON è ER LEGNO DELLA BARCACCIA CHE ME FERMA MA LA FEDE COSI .....DISSE ER DIAVOLO!!! al credente che lo fermò con un pezzo di legno che credeva essere una scheggia della croce di Cristo,ma era stato imbrogliato!! solo che non lo sapeva e fù infatti il coraggio e la fede che lo salvarono dal demonio che voleva la sua anima non quel pezzo di legno che era della chiglia di una vecchia barca.
Riguardo alle polemiche sull'estetica della statua del Papa Wojtyla, mi sembra si esageri assai in quanto non è l'immagine o la forma del manufatto ,che può piacere o non piacere, ma è quello che rappresenta .

14 febbraio 2011

Roma: la notte, tra le magie e i sgreti della città fatata.

Passeggiando tra piazza Montevecchio Via dei Coronari e tra le stradine di piazza della Pace e Via di Panico nonchè al centro di Roma potrebbe capitare che!!!! a me è successo una notte d'estate.



L'Ombra